Header Ads

Acquaviva Picena ( AP ) antico borgo ricco di storia, arte e tradizioni


Panorama della cittadina picena vista da Via Roma, sulla strada per Offida. Acquaviva sorge su uno stretto crinale tra i Torrenti Albula e Ragnola a 360 metri sul livello del mare. La si raggiunge in 7 chilometri da San Benedetto del Tronto con la SP 1 del Rosso Piceno Superiore.





La cittadina, stretta e lunga, è completamente contornata da mura fortificate, robusti bastioni ed una possente fortezza. Ha tre porte d' ingresso ed il Trabucco, un lungo vicolo che inizia a livello delle mura, passa sotto diversi palazzi e sbuca, con un scalinata su Via Marziale, l' asse principale di Acquaviva. Nella fotografia è rappresentata la Porta Vecchia.









Piazza S. Nicolò, centro civile e religioso del borgo fortificato. Rimane al centro dell' asse cittadina, un po' più in basso, della Fortezza su un piccolo rilievo verso i monti ed al quartiere Colle su uno rivolto verso il mare. A destra della fotografia la Porta da Sole che immette nella Piazza e a sinistra la svettante Torre dell' Orologio.




Piazza S. Nicolo' vista da via Marziale, l' asse principale del borgo, che sale al rilievo della Fortezza degli Acquaviva. Al centro della fotografia la Chiesa di S. Nicolo' del XVI secolo, tra le Porte da Sole e da Bora.











Porta Vecchia e la visuale su viale Leopardi e la fiancata murata del borgo cittadino. Assieme alla Porta da Sole, da Bora e Castello è una dei quattro ingressi storici di Acquaviva che si presenta stretta ed allungata su un crinale difesa da un intatto giro di mura, diversi bastioni e l' imponente Fortezza.














Il Trabucco, un lungo vicolo sotterraneo che passa sotto diversi palazzi ed unisce, con un paio di scalinate, viale Leopardi, principale via d' accesso ad Acquaviva e via Marziale, asse principale del borgo.

















Ingresso dalla Porta Castello verso Piazza del Forte e la Fortezza degli Acquaviva. In primo piano, nella fotografia, il possente Mastio cilindrico rivolto verso il borgo, pronto a fronteggiare anche un' eventuale rivolta cittadina.


















L' imponente Mastio e la Fortezza restaurata ed ampliata dai Duchi di Acquaviva, verso il 1200, quale difesa nord dei loro confini. Partecipo' alle varie contese tra fermani ed ascolani, passando anche alla distruzione totale nel 1400 da parte dell' esercito di Francesco Sforza. Ricostruita a nuovo verso il 1600 nelle forme attuali, risulta una delle fortezze meglio conservate delle Marche.








Gli spigolosi bastioni angolari della Fortezza degli Acquaviva rivolti verso Ascoli Piceno. Da lassù si gode di un' invidiabile vista sui Monti Sibillini, Monte dell' Ascensione, dei Fiori ed i monti d' Abruzzo. All' interno del castello è allestito il Museo delle armi, tutti e due momentaneamente chiusi per lavori di restauro.




LISTA DELLE ESCURSIONI












































































































TUTTE LE IMMAGINI E TESTI SONO DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI WILLIAM TALLEVI; E' VIETATA LA RIPRODUZIONE SENZA AUTORIZZAZIONE DELL'AUTORE.







© The Marche Experience 2014 -. Powered by Blogger.