Header Ads

Da Monte delle Prata a Palazzo Borghese: l' incanto delle creste dei Sibillini ( 1 di 5 )

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini offre un' ampia gamma di paesaggi, tra monti, piani, gole e laghi, ma sicuramente è dalle creste che uniscono le varie montagne che formano la lunga catena che si possono godere i panorami più straordinari e godere di tutto l' insieme. Le vie di accesso ai sentieri di alta quota sono diverse e sui due versanti dei monti; uno dei più semplici è il sentiero n° 6 del parco che unisce gli impianti di sci di Monte delle Prata a Palazzo Borghese. Nella fotografia, poco dopo la partenza, parte del Pian Perduto con dietro le varie cime del Redentore.
                                                                            

Per arrivare all' inizio del percorso, da Forca di Gualdo, sulla provinciale che da Castelsantangelo sul Nera ( MC ) scende a Castelluccio di Norcia, si prende a sinistra la strada che sale per gli impianti di sci di Monte delle Prata. Qui la strada finisce ed inizia la carrareccia che sale verso Fonte della Jumenta; il sentiero la aggira sulla sinistra, per prendere quota e portarsi sul lungo tratto che porta verso la piccola sella tra Palazzo Borghese e Monte Porche. Nella fotografia, il sentiero n° 6 del parco con al centro il piccolo rilievo di Monte delle Prata.


Dopo aver superato, con un' ampio giro sulla sinistra, il rilievo sopra Fonte della Jumenta, il sentiero n° 6 del Parco Nazionale termina incontrando il lungo sentiero n° 1 che lo attraversa tutto da Forca di Presta ad Acquacanina. Nella fotografia l' ultimo tratto di sentiero che porta alla sella tra Palazzo Borghese e Monte Porche.


La piccola sella tra il Monte Porche, a sinistra della fotografia ma non visibile, ed il Sasso Borghese e Palazzo Borghese al centro e destra, è il bivio per due sentieri: il n° 8 che scende a Foce ed in 6 A che sale sul Porche. Qui, con una lunga cavalcata di creste tra piccoli e medi rilievi, strapiombi ed eccezionali panorami, il sentiero n° 7 porta alla Cima Vallelunga e termina al Monte della Sibilla.





Dalla sella con Palazzo Borghese, il Monte Porche a 2233 risalta con la sua massiccia mole; una ripida salita, segnata con il sentiero n° 6 A del Parco Nazionale dei Sibillini, porta in vetta. Da li' una lunga e panoramica cresta, il sentiero n° 7, porta al Monte della Sibilla, passando per Cima Vallelunga.

Il Sasso Borghese, visto dalla sella con il Monte Porche risulta un piccolo cocuzzolo roccioso, mentre procedendo oltre sul sentiero n° 1 del parco, nei pressi di Palazzo Borghese, diventa un gigantesco monolite stratificato aggrappato da un lato al piano, ma strapiombante dall' altro verso la Valle dell' Aso. Oltre si vede la cresta del Monte Argentella che si allunga a sud verso le cime del Redentore.




Un breve ma ripido sentierino porta in cima al Sasso Borghese: bisogna procedere con cautela perchè è un po' esposto ed è meglio procedere con attenzione per non correre rischi. Guardando verso ovest si vede innalzare la sassosa vetta di Palazzo Borghese, nella fotografia.








Dalla cima del gigantesco monolite stratificato del Sasso Borghese la vista spazia a 360 ° su tutte le altre cime dei Monti Sibillini. Guardando in direzione nord si vede la massiccia mole del Monte Porche e si intuisce la cresta che lo collega obliquamente al Monte della Sibilla. La gigantesca " z " della strada che taglia il suo versante sud è visibile fin da lontano e l' ha deturpata in modo inutile e per sempre.






Panorama del Palazzo Borghese, a sinistra della foto, e del Sasso Borghese a destra, visti dalla cima del Monte Argentella. In questo Passo transitavano, nel Medio Evo, uomini, animali e merci sulla famosa Strada Imperiale tra Umbria e Marche, quando ancora non erano presenti le moderne strade ed il nome era dovuto al fatto che vi veniva pagato il dazio.



LISTA DELLE ESCURSIONI












































































































TUTTE LE IMMAGINI E TESTI SONO DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI WILLIAM TALLEVI; E' VIETATA LA RIPRODUZIONE SENZA AUTORIZZAZIONE DELL'AUTORE.
© The Marche Experience 2014 -. Powered by Blogger.