Header Ads

Sassocorvaro ( PU ) e la Rocca Ubaldinesca Arca dell' Arte

Salendo dalla valle del Fiume Foglia, dalla frazione Mercatale con il suo bel lago, o scendendo dai monti da Peglio, la prima cosa che si incontra nella bella cittadina feltresca è la sua spettacolare Rocca. Il centro storico si trova alle sue spalle, difeso su tre lati dai pendii scoscesi del rilievo su cui sorge e dalle sue possenti mura. Fu edificata nel 1475 dal Conte Ottaviano degli Ubaldini e per volere del Duca Federico da Montefeltro, grazie all' architetto senese Francesco di Giorgio Martini; con la curiosa forma a testuggine. Nella fotografia la parte frontale della Rocca, con lo spigoloso " capo ".
Fiancata della Rocca dalla curiosa forma animalesca; il grosso torrione cilindrico rappresenterebbe una delle tozze zampe pinnate. A volerla in questo modo fu' Ottaviano degli Ubaldini che aveva fama di mago ed alchimista. Egli volle eternare la sua passione per l' esoterismo nella sua dimora fortificata, modellandola a forma di testuggine a simboleggiare l' eternità, la forza e la durevolezza.
Unico ingresso alla poderosa Rocca Ubaldinesca, edificata in gran parte in pietra e parte in mattoni, di fianco all' agile torrione, che nella simbologia " animalesca " dei costruttori rappresenta il codino.
All' interno della fortezza sono ospitati il Teatro ed il Museo della Rocca Ubaldinesca. In quest' ultimo si trovano mirabili opere d' arte marchigiana dal XIV al XIX secolo; recentemente il percorso museale si è arricchito di una nuova sezione dedicata al pittore sassocorvarese Enrico Mancini ( 1867 - 1913 ) nella quale si possono ammirare disegni e dipinti dell' artista che realizzò le decorazioni del Teatro. Durante la Seconda Guerra Mondiale la Rocca e i suoi sotterranei divennero prezioso scrigno dell' arte, custodendo più di 6500 capolavori provenienti dal nord e centro Italia. Fautore di questo strepitoso salvataggio dalle razzie naziste fu Pasquale Rotondi, allora Soprintendente per le Belle Arti delle Marche. Nella fotografia il cortile della Rocca.
Per ricordare l' ardita opera di salvataggio delle opere d' arte da parte di Pasquale Rotondi nella Rocca, la città di Sassocorvaro ha istituito un premio a lui dedicato, per premiare le persone e gli istituti che si impegnano nel salvare l' arte, in tutti i suoi aspetti. A tal proposito viene la definizione Rocca = Arca dell' Arte. Nella fotografia, l' interno del prezioso Teatro, uno dei più piccoli delle Marche, in cui avvengono le vari premiazioni. Da quest' anno, all' interno del Premio Rotondi, viene inserita una mostra fotografica denominata La MArca dell Arte, organizzata da The Marche Experience in collaborazione con la Pro Loco di Sassocorvaro, in cui una cinquantina di fotografi, provenienti da varie parti della regione, presentano le bellezze storiche e naturali delle Marche.
Dopo aver visitato la Rocca ed il piccolo centro storico alle sue spalle, composto da alcune vie parallele intramezzate da vicoli e scalinate, si è attratti dai panorami sul Lago di Mercatale, bacino artificiale ottenuto con lo sbarramento del Fiume Foglia, dai belvedere sulle mura e porte cittadine. Nella fotografia la Porta delle Coste, dove parte l' omonimo sentiero che in pochi minuti raggiunge la frazione Mercatale.
Oltre alla possente Rocca, a difendere la cittadina feltresca nei momenti difficili del passato da nemici vari concorrevano la posizione strategica su un' irto rilievo, un lungo giro di mura con torrioni e porte fortificate. Oggigiorno, persa la ragione difensiva, mura e porte del lato occidentale di Sassocorvaro si sono trasformate in straordinari belvedere sul sottostante Lago di Mercatale. Nella fotografia l' arcata della Portaccia.


A collegare le mura con le due porte del settore occidentale, quella delle Coste e la Portaccia, ed il resto del borgo un po' più in alto, ecco il bel Vicolo dei Merli nella fotografia. Da qui parte anche il panoramico Sentiero delle Coste che, in pochi minuti di discesa, porta verso l' invaso artificiale della frazione Mercatale senza percorrere i tornanti della SP 67.








Per finire, una panoramica del rilievo dove sorge Sassocorvaro dal Parco del Lago di Mercatale, bacino artificiale ottenuto con lo sbarramento del Fiume Foglia. E' questa una bella zona ricreativa con prati, boschi, un chioschetto ed attrezzature sportive e turistiche per godere in pieno la piacevolezza del posto.




LISTA DELLE ESCURSIONI












































































































TUTTE LE IMMAGINI E TESTI SONO DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI WILLIAM TALLEVI; E' VIETATA LA RIPRODUZIONE SENZA AUTORIZZAZIONE DELL'AUTORE.
© The Marche Experience 2014 -. Powered by Blogger.