Header Ads

La panoramica cresta del Monte della Strega ( AN ): da le Costarelle al Monte della Strega ( 2 di 2 )

Il Monte della Strega ha una forma stretta ed allungata con versanti molto ripidi e due cime, in una delle quali è innalzata una croce. Una carrareccia, che sale poco lontano dal Rifugio Stella della frazione Montelago di Sassoferrato, porta quasi fino alla vetta.


Visto di profilo dalla cresta del Monte le Costarelle, il Monte della Strega si presenta con una fisionomia più tormentata e con la caratteristica appuntita vetta, visibile fin da lontano. Questi pascoli d' alta quota sono molto frequentati nella bella stagione.








Avviandosi verso la vetta la visuale del massiccio del Monte Catria si fa sempre più obliqua e vengono in mostra la rocciosa Costa Grande e d il terminale roccioso del Corno di Catria.







Dall' altopiano delle Costarelle il sentiero, dopo un iniziale tornante, si allarga in uno stradino che procede dritto sul versante occidentale del monte verso la vetta.











Uno sguardo al percorso fatto fino a quel momento ci fa vedere l' onnipresente Catria, con sotto la rotondeggiante cupola di Poggio Prato Tondo, gigantesco pascolo estivo.
















Panoramica sulla vertiginosa pendenza del versante occidentale del Monte della Strega, con il sottostante Monte Foria e la strada che ne fa il giro.
















Lo stradello finisce in prossimità della sella tra le due cime; quella settentrionale è piramidale, mentre quella meridionale più arrotondata e con una croce di ferro.











La seconda vetta è a 1276 metri, 6 in meno della gemella ed ha questa grande croce visibile sia dal versante appenninico che da quello adriatico.










La grande caratteristica del Monte della Strega, come dell' intera cresta, è la variegata gamma di panorami che vi si possono godere. Questo è il versante meridionale con la cresta che discende verso i monti minori e la piana di Sassoferrato.
© The Marche Experience 2014 -. Powered by Blogger.